La scuola Montessori de La Tour

“Aiutami ad essere autonomo”

La scuola non è soltanto un luogo di studio, ma un luogo del vivere comune. Lo studio è essenziale per lo sviluppo della personalità e per l’approccio alla vita. Lo studio non inizia e non termina con la scuola, ma è un qualcosa di vitale e continuo. Lo studio è un processo intercambiabile a cui tutti partecipano (bambini,genitori,insegnanti) in un ambito naturale. Lo sviluppo della cultura scolastica, deve poter garantire a tutti gli studenti la possibilità di portare a termine gli studi con successo. Il progetto scolastico è orientato secondo innovativi princìpi pedagogici di base (pedagogia Montessori-pedagogia Freinet- studio durante la vita), ed è strutturato in un ambiente didattico predisposto secondo Maria Montessori.. Oltre a ciò integra singole fondamenta della pedagogia Freinet.

Princìpi pedagogici di base

  • Creazione di uno spazio vitale di sviluppo autonomo
    E’ importante un ambiente rilassante che infonda sicurezza e protezione,nel quale siano presenti accettazione e dialogo. Ai bambini viene assicurato uno sviluppo sano e positivo. Non ci si attende che tutte le azioni compiute siano esenti da errori, oche prodotti perfetti possano essere costruiti in un breve lasso di tempo.
  • Predisposizione di un ambiente ricco e decorato, connesso all’ambito scolastico
    Le proposte di tutti gli insiemi di vita e conoscenza, sono parte integrante dell’insegnamento e, a seconda della struttura del gruppo, delle esigenze e degli interessi  degli alunni, sono orientate all’attualità ed alle linee guida del modello di scuola pubblica austriaca. Il materiale didattico è a disposizione per essere consultato e copre l’intero arco del programma di studi. Tale materiale didattico di Maria Montessori, rende possibile agli studenti il raggiungimento dei traguardi scolastici prefissi, con azione ampia e quasi  indipendente dall’ausilio degli adulti.
  • Studio incrementale differenziato
    In svariati campi si lavora in gruppi eterogenei.  La differenza di età, consente una naturale condivisione ed amplia i margini di manovra nei gruppi di lavoro. Ogni qualvolta che talento, interessi, prerogative e debolezze degli studenti vengono compensate con successo, ciò si evidenzia in tutti gli aspetti dello sviluppo del lavoro.
  • Studiare in libere fasi di lavoro
    I bambini concordano con l’educatore le attività inerenti al loro percorso di apprendimento, evidenziano le proprie conoscenze ed elaborano in maniera autonoma le metodologie di studio che corrispondono alle loro esigenze.  Sviluppano e realizzano anche proprie idee, valutando se attuarle singolarmente oppure in gruppo e acquisiscono in maniera implicita competenze fondamentali per tutti i settori della società.
    Lo studio mirato ed orientato verso un progetto definito, costruisce la conoscenza.
  • Consiglio scolastico, presentazioni
    Lo sviluppo progressivo della democrazia riguardante tutti gli attori della vita scolastica (studenti, insegnanti, genitori ecc.) è una peculiarità di questa scuola. Gli studenti, attraverso il consiglio scolastico hanno la possibilità di esporre le proprie idee, proporre soluzioni riguardo ad esigenze specifiche edevidenziare eventuali problematiche.
    Il consiglio di classe, si riunisce una volta in settimana con la presenza di un rappresentante di classe e del team di insegnanti. Gli studenti fanno le prime esperienze con presentazioni, trattando temi specifici, da soli o in piccoli gruppi. La presentazione deve essere ben coordinata, chiaramente esposta egli ascoltatori danno riscontro a quanto esplicitato.
  • Gruppo di lavoro
    Il lavoro costruttivo svolto dagli insegnanti, è uno dei pilastri più importanti del progetto scolastico. Ogni specificità di ciascun insegnante, è volta all’ottenimento  del  fine che la scuola si pone. La combinazione ed il confronto dei pedagogisti  è, oltre all’arricchimento reciproco, determinante per concordare la metodologia da applicare per ottenere il risultato ottimale. Nelle riunioni di gruppo settimanali,detta metodologia applicata,  viene coordinata e discussa e ad esempio, possono essere affrontate  e risolte problematiche relative ai vari campi.

Accompagnare ed insegnare nelle ns. scuole significa, indirizzare verso percorsi di studio specifici. Talvolta è difficoltoso per lo studente individuare il giusto percorso da solo, la scuola pertanto deve porsi l’obiettivo di fare presenti tutti gli aspetti e le implicazioni che la scelta comporta.  Parallelamente esistono sempre percorsi già definiti, che non abbisognano di indirizzamento ed accompagnamento,  per i quali i bambini sono naturalmente predisposti  e che saranno ingrado di percorrere  con maggior facilità ed entusiasmo.  Con questi presupposti sono indubbiamente favoriti nell’apprendimento. Gli studi confermano, che i bambini che durante l’iter didattico hanno la possibilità di seguire le proprie inclinazioni naturali, acquisiscono con maggiore efficacia  i requisiti indispensabili per il futuro,  distinguendosi  dagli altri per  personalità ed autonomia.

La scuola Montessori de La Tour
Niederdorferstraße 36
9521 Treffen

Telefono (+43) 04248 3806
(+43) 04248 3806-20
montessorischule.treffen(at)diakonie-delatour.at
Mag. Herbert Prisslan Mag. Herbert Prisslan

Coordinatore

Telefono workpref(+43) 04248 3806
fax(+43) 04248 3806-20
montessorischule.treffen(at)diakonie-delatour.at